Actions

L'Amministrazione federale svizzera: una panoramica

De Baripedia


L'amministrazione è uno degli attori chiave in tutte le politiche pubbliche coinvolte nella definizione dell'ordine del giorno su questioni rilevanti per la politica pubblica, ma anche nell'attuazione di leggi e ordinanze. Discuteremo il fenomeno amministrativo in Svizzera.


Quote-parte dello Stato: Confederazione, Cantoni, Comuni[modifier | modifier le wikicode]

Le quote-parte governative sono indicatori utilizzati per misurare la quota del settore pubblico in un dato paese. Le quote riguardano la spesa pubblica e il prodotto interno lordo.

App1 Quote-parts 1.png

Se guardiamo all'evoluzione delle quote-parte nei diversi paesi, possiamo caratterizzare paesi più o meno liberali. Questo grafico rappresenta la posizione della Svizzera rispetto ad altri paesi che collegano la spesa pubblica, compresa la spesa sociale. Se confrontiamo la spesa pubblica con il PIL, troviamo un risultato per la Svizzera di circa il 38%. In altre parole, la spesa pubblica dello Stato in Svizzera rappresenta il 38% del PIL. La Svizzera sembra essere un paese liberale allo stesso livello di Australia, Stati Uniti, Gran Bretagna o Canada. La Svizzera si differenzia dalla vicina Francia e dai paesi scandinavi.

La quote-parte dello Stato è costituita da statistiche prodotte dallo Stato. È difficile sapere cosa si sta destinando alla spesa pubblica. Il sistema svizzero di assicurazione contro le malattie e sul lavoro si differenzia dal sistema francese di sicurezza sociale o di altri paesi. Se aggiungiamo questi prelievi obbligatori, la quota dello Stato significa che la Svizzera si aggira intorno al 50%. Si discute se la Svizzera può essere descritta come uno Stato liberale con una quota bassa o se la Svizzera si sta muovendo verso un'economia dirigista.

App1 Quote-parts 2.png

Se guardiamo all'evoluzione diacronica della quote-parte dello Stato nel 1850, la quota era del 16,6%. Si registra un aumento dell'interventismo del settore pubblico nell'economia svizzera. Questa crescita si è verificata soprattutto a partire dagli anni '60 e '70 con l'inizio dello stato sociale. Vediamo una certa crescita nelle varie politiche pubbliche come, ad esempio, le politiche pubbliche ambientali. Se guardiamo a chi contribuisce, anche la quote-parte della Confederazione tende ad aumentare notevolmente. La quota della Confederazione era solo del 18% nel 1850, fino ad un terzo oggi, il che riflette una forma di centralizzazione a livello di Confederazione. Il principio svizzero è il principio di sussidiarietà, vale a dire che per ogni nuovo servizio amministrativo la Confederazione ha bisogno di competenze costituzionali e legislative. C'è stato un cambiamento nel tempo che mostra la crescita del settore pubblico, ma soprattutto del settore pubblico federale.

Questi grafici mostrano negli ultimi vent'anni l'evoluzione della quote-parte di spesa e l'evoluzione della quote-parte di imposte per conoscere la quota di imposte in rapporto al PIL. Negli ultimi anni si è assistito ad una certa stabilizzazione dell'interventismo pubblico.

App1 Quote-parts 5.png

La spesa è dell'ordine di 63 miliardi all'anno a livello federale. Questo grafico mostra il debito cumulativo. Il debito tra il 2010 e il 1013 tende a diminuire al di sotto del 60%. Secondo i criteri di Maastricht, il debito non può superare il 60% del PIL. Anche se la Svizzera non fa parte della zona euro, si impegna a rispettare questo criterio. La Svizzera non è soggetta ai criteri di Maastricht. A differenza degli altri paesi soggetti all'euro, il loro debito sta esplodendo. La Svizzera ha una situazione finanziaria sana.

In Svizzera, poiché la situazione finanziaria è sana, ciò avrà un impatto sulle politiche pubbliche. Parliamo di amministrazione pubblica in uno Stato federale esaminando la situazione a livello federale.

App1 Quote-parts 6.png

L'Amministrazione federale[modifier | modifier le wikicode]

App1 administration suisse 1.png

Dal punto di vista giuridico, l'amministrazione è divisa in tre gruppi principali:

  • l'amministrazione centrale comprende la Cancelleria federale, che è lo Stato maggiore generale e i sette dipartimenti federali;
  • L'amministrazione decentrata comprende commissioni decisionali, autorità indipendenti e istituzioni e imprese autonome;
  • l'amministrazione decentrata (da un punto di vista spaziale) comprende, ad esempio, le direzioni doganali.

In Svizzera, poiché la situazione finanziaria è sana, ciò si ripercuoterà sulle politiche pubbliche. Parliamo di amministrazione pubblica in uno Stato federale esaminando la situazione a livello federale.

Per alcuni scienziati politici, il sistema svizzero favorisce il divisionalismo. Il Consiglio federale difende gli interessi, il prestigio e le risorse del suo dipartimento e passa poco tempo alla guida dello Stato, guidando il paese e con una visione strategica proattiva. C'è una specificità all'interno del Consiglio federale che è che non c'è un leader nel senso di un primo ministro o di un capo di Stato. Il Presidente è un "primus inter pares". Quando c'è un conflitto tra i dipartimenti, non c'è un Primo Ministro che possa arbitrare. Il principio che risiede è il principio del consenso.

C'è un enorme numero fisso di ministeri e dipartimenti. Poiché lo Stato deve trasformarsi, osserveremo un'evoluzione delle strutture amministrative non a livello di Dipartimento, ma a livello degli uffici che si trovano all'interno di ciascun Dipartimento. Ogni dipartimento è suddiviso in uffici.

App1 organisation fédérale 1.png

Ci sono pochi segretariati di Stato perché il popolo si è espresso in molte occasioni contro di essa. Il segretario generale coordina verticalmente e i segretariati di Stato che svolgono un ruolo chiave nella rappresentanza svizzera all'estero e in questioni che il Consiglio federale non può gestire.

Promemoria delle riforme dell'Amministrazione federale[modifier | modifier le wikicode]

I principi guida della riforma erano: se tutti gli uffici si trovano nel dipartimento giusto o se gli uffici sono stati creati per motivi storici in un unico luogo e devono essere spostati. All'interno di ciascun consiglio di amministrazione è stata posta la domanda su come migliorare il processo di gestione all'interno di tali consigli.

Il rafforzamento degli ufficiali militari è stato suggerito da due relazioni, la prima nel 1967 (relazione Hongler e la seconda nel 1971 (relazione Huber). La legge sull'organizzazione e la gestione del Consiglio federale e dell'Amministrazione federale del 1978 stabilisce:

  • Nomina della Cancelleria federale con grado ministeriale da parte del Parlamento;
  • Segretari di Stato per gli affari esteri e per l'educazione e la ricerca; - Segreteria generale scelta dal Consiglio federale nel 1991;
  • Due collaboratori personali, cioè un micro gabinetto ministeriale.

Il gruppo di lavoro del 1991 sulla "Struttura di governo della Confederazione" ha proposto cinque modelli di governo. Una prima riforma arriva con la legge del 1997 sull'organizzazione del governo e dell'amministrazione. Si è trattato di un primo fallimento nel 1996 con il 61% di "no" per una partecipazione del 31%. Si tratta di un rifiuto popolare da parte di 10 nuovi segretari di Stato. La separazione tra la "riforma dell'amministrazione" e la "riforma della direzione dello Stato" è stata abbandonata nell'estate 2004 dal Consiglio federale in seguito al rifiuto del Parlamento di accettare il modello di un governo a due circoli (viceministri).

Il LOGA del 1997 e l'OLOGA del 1998 apportano alcune delle principali innovazioni:

  • competenza per l'organizzazione dell'amministrazione affidata interamente al Consiglio federale. Con il precedente compromesso della LPP del 1978, solo il Parlamento può creare un ufficio, il Consiglio federale può assegnarlo a un dipartimento o gruppo di uffici.
  • possibilità di gestire alcuni uffici tramite "mandato di prestazione e dotazione di bilancio" (GMEB).

La sfida è conoscere l'interrelazione dei compiti.

App1 detec 1.png

Ad esempio, lo Stato costruisce strade e, allo stesso tempo, protegge l'ambiente. Nella costruzione di strade, dobbiamo considerare l'impatto ambientale di questo tipo di infrastrutture. Questi due uffici sono stati fusi nello stesso dipartimento per facilitare i negoziati. È opportuno riunire questi due uffici in un unico dipartimento. Queste grandi manovre non hanno mai avuto successo.

Tre principi fondamentali sono alla base delle riforme:

  • raggruppare o migliorare il coordinamento dei compiti tra i dipartimenti;
  • consolidamento o miglioramento del coordinamento dei compiti nei dipartimenti;
  • ottimizzazione dei processi e degli strumenti di gestione.

L'amministrazione federale secondo il "modello" dice dei quattro cerchi[modifier | modifier le wikicode]

App1 modèle quatre cercles 1.png
  • Prima cerchia: Segreterie generali, Ufficio federale di giustizia, Segreteria di Stato dell'economia
  • Seconda cerchia: Ufficio federale di meteorologia e climatologia, Ufficio federale di topografia, Ufficio federale delle comunicazioni.
  • Terzo cerchio: Istituto Federale della Proprietà Intellettuale, settore dei PF, Agenzia svizzera per gli agenti terapeutici (2001), PUBLICA (2002), Istituto svizzero per la sicurezza tecnica (2004).
  • Quarto cerchio: FFS, RUAG Svizzera, Swisscom, La Poste
App1 modèle quatre cercles 2.png

All'interno della Confederazione si è registrato un aumento del numero di equivalenti a tempo pieno fino alla metà degli anni Novanta. Dalla metà degli anni '90, il numero di funzionari pubblici a livello di amministrazione centrale è diminuito e si è ridotto.

Questo è il risultato di una politica di cessazione dell'assunzione di funzionari pubblici. Lo stesso fenomeno si può osservare per il fatto che le autorità federali sono state divise con la liberalizzazione di alcuni settori. Il numero di dipendenti delle imprese pubbliche era molto più elevato che nell'amministrazione stessa. Per le imprese pubbliche si registra un aumento, ma una riduzione rispetto agli anni 2000.

Un altro modo per misurare la quota e la quota di posti di lavoro pubblici. Si è registrata una riduzione del numero di dipendenti pubblici e una riduzione del numero di dipendenti delle imprese pubbliche. Alcuni servizi che contribuiscono alla coesione economica, sociale e territoriale di uno Stato sono ancora considerati di pubblica utilità. Swisscom, ad esempio, svolge un mandato di servizio pubblico. Si può affermare che i collaboratori di Swisscom stabiliscono funzionalmente la stessa missione di un dipendente pubblico.

Amministrazione aziendale[modifier | modifier le wikicode]

App1 administration ministérielle 1.png

Dal punto di vista dell'amministrazione ministeriale in termini di percentuale, il dipartimento che ha sempre il maggior numero di funzionari pubblici è l'esercito. Più di un funzionario su tre e garante della neutralità svizzera. I dipartimenti sono molto diversi per quanto riguarda il numero di dipendenti e il numero di funzionari che vi lavorano.

Questa visione dell'importanza strategica del numero di funzionari pubblici che determina l'importanza strategica di un dipartimento è fuorviante. Dobbiamo considerare il bilancio o l'importanza che attribuiamo alle politiche pubbliche che il funzionario pubblico deve attuare. Bisogna guardare non solo al numero di dipendenti, ma anche alle spese per vedere quanto è forte un dipartimento.

La sicurezza sociale è oggi importante, a differenza della difesa.

App1 prévoyance sociale 1.png
App1 prévoyance sociale 2.png

In termini di sicurezza sociale, tra il 2001 e il 2011 si sono registrati aumenti significativi dei bilanci stanziati, come per la sicurezza sociale, ma anche per la formazione e la ricerca. D'altro canto, il bilancio per la difesa è in diminuzione.

Questa tabella fornisce una prospettiva ancora più ampia, confrontando i dati tra il 1950 e il 2010 per confrontare determinate politiche pubbliche. Ciò solleva interrogativi sull'evoluzione delle strutture amministrative a sostegno dell'evoluzione delle politiche pubbliche.

App1 prévoyance sociale 3.png

Quali criteri per l'organizzazione dell'amministrazione federale?[modifier | modifier le wikicode]

È necessario mettere in discussione le prospettive, le spese e i metodi di gestione amministrativa. Il Consiglio federale è soggetto a pochissimi vincoli.

L'articolo 42 del LOGA stabilisce che occorre rispettare un equilibrio tra i sette consiglieri federali, vale a dire un equilibrio materiale e politico, un collegamento tra i compiti e le esigenze di gestione. Il raggruppamento funzionale consente di ottimizzare le politiche pubbliche. Questo raggruppamento funzionale non è stato completato. La governabilità dei dipartimenti mette in discussione la capacità di gestire i dipartimenti.

App1 mesurer la gouvernementalité des Départements 1.png

Per misurare la governabilità dei dipartimenti, è necessario esaminare i servizi direttamente subordinati ai capi dipartimento. Questo è chiamato anche "portata del controllo". I numeri sono diversi, i mezzi sono diversi e le capacità di governance sono diverse. Ciò solleva questioni strutturali per una governabilità ideale del servizio pubblico.

L'amministrazione della milizia[modifier | modifier le wikicode]

Oltre all'amministrazione federale, che può comprendere società di servizio pubblico, esiste un'amministrazione di milizia. Le commissioni extraparlamentari e gli organismi parastatali di attuazione sono stati delegati. In teoria, non sono i funzionari pubblici che vi siedono, ma i rappresentanti delle autorità politiche, ma anche i rappresentanti dei gruppi di interesse che sono lobby che assumono funzioni che l'amministrazione assume formulando proposte legislative o essendo un organo di ricorso contro le decisioni imposte.

App1 administration de milice 1.png

Si opera una distinzione tra comitati consultivi e comitati decisionali. Nessun dipartimento si priva di questa amministrazione di milizia attraverso le commissioni. Il Dipartimento federale dell'interno si avvale al massimo di queste commissioni.

App1 administration de milice 2.png

Il numero di queste commissioni è di nuovo in aumento dopo il calo degli anni Novanta.

Queste commissioni extraparlamentari sono problematiche:

  • rappresentatività delle commissioni extraparlamentari: nel 1970 erano composte dal 20% di funzionari pubblici, 20% di Cantoni e Comuni, 22% di imprese private o miste, 18% di organizzazioni professionali e 11% di professori universitari;
  • potere di definizione, di elaborazione o anche di decisione (compromesso) durante la fase preparatoria;
  • Poitry (89), Kriesi (95), Sciarini (02): questa "amministrazione della milizia" non riesce a raggiungere un consenso proprio in casi importanti e/o controversi.....

I problemi degli organi parastatali di attuazione rivelano un altro lato nascosto dell'iceberg che entra in gioco nell'attuazione delle politiche parlamentari. Nel 1979 c'erano 189 corpi, 11.000 persone e 730 milioni di sussidi federali. Stiamo parlando di organizzazioni private che svolgono funzioni di servizio pubblico quando vengono applicate le leggi. Le organizzazioni professionali, le associazioni di produttori e le organizzazioni interprofessionali gestiscono, ad esempio, la politica agricola o la politica di formazione professionale. Le questioni sollevate sono quelle della rappresentatività, del ruolo, dell'efficienza e dei costi.

Riassunto[modifier | modifier le wikicode]

I quattro messaggi principali sono che la quota è bassa, c'è uno squilibrio nei dipartimenti federali. Nella fase di elaborazione del diritto, le commissioni parlamentari svolgono un ruolo centrale e, a valle del processo decisionale, vi sono spesso organizzazioni parastatali professionali responsabili dell'attuazione delle leggi che rendono il fenomeno amministrativo svizzero molto variegato.

Riferimenti[modifier | modifier le wikicode]