Actions

Gli autori classici: Weber, Taylor e Fayol

De Baripedia


Max Weber: La burocrazia[modifier | modifier le wikicode]

La burocrazia cominciò a radicarsi nel XIX secolo e persino alla fine del XVIII secolo in Prussia con Federico II. La burocrazia ha lasciato molto spazio al giudizio degli amministratori con molta arbitrarietà e discrezione. C'era un'amministrazione pubblica segnata da molte forme di deriva arbitraria e discrezione. Sono state sollevate molte critiche che chiedono l'attuazione di un altro modello.

Max Weber ha dato un contributo teorico essenziale all'analisi socio-politica della burocrazia evidenziando il rapporto tra l'esercizio di un'autorità di tipo giuridico-razionale caratteristica dello stato moderno e una forma di organizzazione burocratica caratterizzata da professionalizzazione, gerarchizzazione delle funzioni e regole impersonali. Prima eravamo in un modello erratico, ora è un modello più professionale, formalizzato e gerarchico.

Allo stesso tempo, ha dato una teoria della società molto complessa, in cui il problema del rapporto tra burocrazia e potere occupa un posto importante, e un modello di burocrazia molto strutturato. Lo scopo di queste caratteristiche è quello di massimizzare il controllo e la prevedibilità dei funzionari pubblici, nell'ottica di una maggiore razionalità della pubblica amministrazione. Questo modello è stato presentato come una "gabbia d'acciaio" per garantire l'efficienza della pubblica amministrazione senza lasciare alcuna libertà, altrimenti i funzionari pubblici faranno qualsiasi cosa.

Definizioni di Stato, politica e potere[modifier | modifier le wikicode]

La burocrazia fa parte del design di Weber. Per comprendere la teoria burocratica di Weber, è necessario collocare il suo modello nel quadro generale della sua concezione dello stato, della politica e del potere. Lo Stato deve basarsi su un apparato amministrativo, c'è un legame tra lo Stato e la struttura amministrativa, non c'è potere tra i due organismi. Lo Stato è responsabile dell'applicazione delle leggi e della difesa del territorio contro aggressioni esterne che richiedono un apparato amministrativo.

Stato[modifier | modifier le wikicode]

In Wirtschaft und Gesellschaft, pubblicata nel 1921, Max Weber definisce lo Stato come "un'impresa politica di natura istituzionale quando e fintantoché la sua gestione amministrativa rivendica con successo, nell'applicazione dei suoi regolamenti, il monopolio della legittima costrizione fisica in un dato territorio". Quando parliamo di Stato, intendiamo che lo Stato ha il monopolio della violenza fisica e simbolica legittima. Al centro di questa nozione di democrazia è il rapporto con lo Stato che esercita il potere e il dominio sui membri di una comunità.

Politiche[modifier | modifier le wikicode]

Per Weber, la politica è l'attività che rivendica, per l'autorità stabilita in un dato territorio, il diritto di dominio, con l'uso della forza, anche della violenza, per mantenere l'ordine interno e difendere la comunità dagli attacchi dall'esterno.

Il potere ha tre caratteristiche:

  1. activité qui se déroule sur un territoire délimité ;
  2. le comportement des individus qui habitent ce territoire est conditionné par l’autorité chargée du maintien de l’ordre interne et de la sécurité extérieure : cela nécessité d’avoir une organisation administrative ;
  3. le moyen de la politique est la force, voire la violence qui est la contrainte physique.

La domination et le pouvoir sont donc au cœur du politique.

Potere[modifier | modifier le wikicode]

Weber distingue due tipi di poteri:

  • Die Macht – tutti i mezzi: il potere, la possibilità di far prevalere la propria volontà all'interno di un dato rapporto sociale, anche contro la resistenza, indipendentemente da ciò su cui si basa la possibilità, che si tratti di costume, interesse, razionalità nello scopo o valore, tra gli altri. Il potere di comando non è necessariamente legittimo, la presentazione non è necessariamente un dovere. Tra le altre cose, è l'idea che, anche se gli individui resistono, si troveranno i mezzi per farli obbedire nonostante tutto. Quando Weber definisce la nozione di Die Macht, questo potere non è necessariamente percepito come legittimo dai cittadini. È un potere grezzo che rappresenterebbe quello che Rousseau chiama il diritto del più forte. Tuttavia, se il potere ha solo queste basi, allora è un potere fragile. Per Rousseau, in Le contrat social, il diritto del più forte dura tanto quanto la sua forza. Il potere del più forte è legato al mantenimento della superiorità della sua forza e tutto il potere cercherà di detenere una forma di legittimità, non necessariamente di forza bruta, ma noi cerchiamo di convincere gli individui e di ottenere il loro sostegno.
  • Die Herrschaft – potere legittimo: legittimità e forza. Nessuna dominazione si accontenta dell'obbedienza pura e semplice, ma cerca di risvegliare in coloro che obbediscono alla fede nella sua legittimità, il che si riflette nel riconoscimento della validità degli ordini loro conferiti. Quando si parla di potere legittimo, si distinguono due tipi di mezzi. Un potere legato alla forza[1] per costringere le persone ad obbedire e l'altro alla legittimità[2] di cui si possono distinguere due tipi di fondazioni:
    • Esterno: materiale significa economico e amministrativo.
    • Interno: è la fiducia che gli individui hanno in questa o quella forma di potere, tradizionale, carismatico o giuridico-razionale.

Il potere legittimo non si basa solo sulla coercizione, ma anche sulla convinzione che gli ordini che il potere riceverà saranno legittimi.

Tre tipi di dominazione legittima[modifier | modifier le wikicode]

Max Weber ha sviluppato una tipologia basata sul carattere specifico della motivazione che comanda l'obbedienza:

  • dominazione tradizionale: basata sulla fede quotidiana nella santità di tradizioni da sempre valide e nella legittimità di coloro che sono chiamati ad esercitare l'autorità con questi mezzi. Questo è un tipico esempio di potere monarchico nel vecchio regime. Questa forma di dominio ha legittimità, ma non fa parte della validità delle decisioni e delle proposte del re, ma del fatto che il re fa parte di una stirpe riconosciuta.
  • dominazione carismatica: basata sulla straordinaria sottomissione alla santità, virtù eroica o valore esemplare di una persona, o derivante da ordini rivelati o emessi dalla persona. Questo è l'esempio di potere personale come quello di Hitler o di Mussolini. Per quanto tradizionale quanto la dominazione carismatica può deviare verso forme di arbitrarietà.
  • dominazione legale-razionale: basata sulla fiducia nella legalità dei regolamenti adottati e sul diritto di dare istruzioni a coloro che sono chiamati ad esercitare il dominio con questi mezzi. Questo è il tipo di dominazione che hanno gli Stati moderni. La dominazione non è più ancorata all'obbedienza a una persona, ma all'obbedienza a regole impersonali che sono le stesse per tutti. Il rappresentante dell'ordine è obbedito non per ragioni tradizionali, ma perché essi stessi obbediscono alla regola e alla legge. Questo tipo di dominazione è specifico degli stati moderni. La burocrazia è completamente ancorata al modello giuridico-razionale. L'esercizio del potere da parte dello Stato dovrà basarsi su una forma di amministrazione coerente con il modello di dominio giuridico-razionale.
App1 trois types de domination légitime 1.png

Se siamo in un'amministrazione tradizionale, l'amministrazione pubblica è fatta intorno ai dipendenti, non guardiamo alle loro competenze, non paghiamo loro uno stipendio, ma mobiliteremo i dipendenti e i cortigiani come parte dei compiti amministrativi. In un modello carismatico, la comunità si rappresenta in modo emotivo. Il modello di amministrazione giuridico-razionale è caratterizzato dal modello burocratico.

Per Weber, c'è un legame tra lo stato capitalista moderno e la democrazia. Affinché il capitalismo funzioni correttamente, ha bisogno di regole del gioco chiare che si incarnano nel modello burocratico e che non sono erratiche. Abbiamo bisogno di un modello prevedibile per costruire modi di operare il capitalismo che aumentino la prosperità.

Definizione di burocrazia: livello strutturale[modifier | modifier le wikicode]

Quali sono le condizioni del potere razionale e della burocrazia? Come vede Weber il livello strutturale della democrazia? Come possiamo considerare i metodi di gestione del funzionario a livello individuale?

Weber proporrà cinque condizioni per l'esistenza del potere legale-razionale e della burocrazia:

  1. Tutte le norme devono essere stabilite razionalmente, mediante accordo o imposizione, in modo tale che l'obbedienza possa essere richiesta a tutti i membri del gruppo sociale. Gli individui non obbediscono ad una persona, ma una regola che deve essere convinta della validità di quella regola e che la convinzione può essere raggiunta solo se questa regola è stabilita razionalmente. La regola deve aver vinto la condanna per motivi di razionalità.
  2. La legge deve consistere in un insieme di norme astratte, applicate a tutti i casi dai tribunali e l'amministrazione deve garantire che gli interessi del gruppo sociale definito dalla legge siano realizzati, nei limiti della legge. Lo standard astratto è applicabile indistintamente a tutta la comunità. Questa norma garantisce la parità di trattamento. Si tratta di regole impersonali che si applicano a tutte le persone. Queste norme astratte saranno applicate alle cause promosse da tribunali o funzionari. Se la regola è troppo dettagliata, c'è il rischio di un nuovo trattamento differenziato. L'amministrazione, qualora sia responsabile dell'applicazione della norma, deve farlo per rispettare l'interesse comune.
  3. Il titolare del potere giudiziario deve rispettare l'ordine giuridico impersonale in base al quale dirige il suo comando. Nessuno è al di sopra delle regole. Il capo di Stato comanda nel nome della regola, la regola è superiore al comando. In altre parole, il detentore del potere non fa eccezione.
  4. L'obbediente deve obbedire solo come membro del gruppo sociale e solo a norma di legge. Il subordinato non deve obbedire in virtù di una dominazione carismatica (Die macht), né deve obbedire perché crede nella legittimità del leader, ma in nome della legge non come persona particolare, ma in nome della collettività. Ciò che conta non è l'obbedienza a una persona, ma a una regola che è la stessa per tutti.
  5. i membri del gruppo non obbediscono alla persona del detentore del potere, ma alle norme impersonali e alle capacità di leadership oggettiva loro assegnate sulla base di tali norme. Noi obbediamo alle persone perché sono le regole che hanno dato loro il potere. Secondo Weber, quando lavori nella pubblica amministrazione, non stai servendo un'ideologia o un partito. La pubblica amministrazione è al servizio dell'interesse generale.

A livello strutturale, Weber si chiede quali principi dovrebbero essere rispettati a livello macro e come dovrebbe essere strutturata la burocrazia. Esso identificherà otto categorie fondamentali del potere giuridico-razionale della burocrazia:

  1. le funzioni amministrative devono essere svolte su base continuativa, sulla base di regole. Essa si declina in due modi che devono essere sia temporali[1] sia temporali[1] e non vi può essere alcun vuoto geografico[2]. In altre parole, l'amministrazione pubblica deve coprire un territorio ed essere senza tempo.
  2. Tali funzioni sono esercitate nei limiti di una competenza che definisce i compiti da svolgere, i poteri di comando necessari per l'esercizio di tali funzioni, i mezzi di coercizione che possono essere utilizzati, nonché le condizioni per la loro attuazione. Per Weber, è necessario considerare gli obiettivi da raggiungere, i mezzi disponibili per raggiungere gli obiettivi, come costringere le persone a rispettare gli ordini amministrativi e quali sono le condizioni di lavoro in cui questo sistema può essere istituito. Per Weber, è l'autorità costituita.il principio della gerarchia amministrativa con l'organizzazione delle autorità di controllo per ogni autorità costituita. Ogni autorità costituita è soggetta a controllo.
  3. le regole che guidano l'attività amministrativa possono essere regole tecniche o norme, la loro attuazione richiede una preparazione specializzata. Le norme tecniche descrivono le procedure da seguire per indicare come lavorare e svolgere la missione dei funzionari, le norme definiscono i criteri da prendere in considerazione nella decisione. In Weber, il funzionario non è un esecutore meccanico, ma una persona competente e con una preparazione specializzata. La regola richiede competenza per tenere presente l'interesse generale.
  4. I dipendenti pubblici non dispongono dei mezzi tecnici o finanziari dell'amministrazione. I funzionari devono rendere conto dell'uso di questi mezzi, facendo riferimento al principio della totale separazione delle risorse dalla funzione e dalle risorse private, dal luogo di attività e dal luogo di residenza.
  5. I funzionari pubblici non sono proprietari del proprio posto di lavoro o delle proprie funzioni. La posizione non appartiene al dipendente nonostante il suo diritto alla sicurezza del posto di lavoro e all'indipendenza nell'esercizio delle sue funzioni. Tuttavia, gli viene garantita la sicurezza del posto di lavoro e l'indipendenza nell'esercizio delle sue funzioni.
  6. L'amministrazione si basa su documenti scritti conformemente al principio della conformità degli atti. Non si tratta di relazioni informali e orali, ma devono basarsi sulla parola scritta. Si tratta di un modo di formalizzare il lavoro della pubblica amministrazione.
  7. Il potere giuridico-razionale può assumere forme molto diverse a seconda dei paesi e dei tipi di servizi che possono essere forniti.

A livello strutturale, la questione dell'impersonalità e dell'equità procedurale è importante, la questione della specializzazione del personale è essenziale, la nozione di sistema altamente gerarchico è essenziale, la separazione tra vita privata e professionale e la nozione di continuità dell'amministrazione pubblica sono centrali.

Caratteristiche dei funzionari: livello individuale[modifier | modifier le wikicode]

Weber identificherà dieci caratteristiche dei dipendenti pubblici che derivano dalle caratteristiche del livello strutturale:

  1. i membri dell'apparato burocratico sono personalmente liberi da ogni tipo di fedeltà personale e obbediscono solo ai doveri oggettivi del loro ufficio: nell'esercizio delle loro funzioni, il funzionario deve accantonare ogni forma di fedeltà. Ciò è contrario a qualsiasi forma di politicizzazione del servizio pubblico, perché il servizio pubblico è nell'interesse pubblico.
  2. fanno parte di una gerarchia ben definita che deve rispondere al proprio supervisore.
  3. hanno competenze ben definite: sono persone preparate ed esperte nel loro campo. Con la crescente complessità degli affari pubblici nelle nostre società contemporanee, c'è un aumento di queste conoscenze. Dominazione legale-razionale e dominio in virtù di conoscenze specialistiche. La conoscenza del campo gli darà un potere importante nel modo di fare le cose.
  4. sono reclutati e non eletti sulla base di una selezione aperta: l'accesso alla funzione pubblica è gratuito, non esiste una classe privilegiata con facile accesso alla funzione pubblica. Si tratta di grandi competizioni aperte a tutti.
  5. la selezione è effettuata sulla base di una qualifica professionale, verificata mediante un esame o sulla base di diplomi. Il funzionario viene reclutato e, se lo desidera, viene spesso nominato a vita. Ha la sicurezza del posto di lavoro che sarà garantita se lo desidera. La sicurezza del lavoro si riflette anche nei diritti pensionistici. Le persone che si sono ispirate a Weber negli anni successivi alla seconda guerra mondiale svilupperanno questo punto.
  6. percepiscono uno stipendio in contanti, il cui importo dipende prima dal loro grado gerarchico e poi dalla responsabilità della loro funzione. Questo è il principio di conformità al rango. Weber sottolinea il principio del rispetto degli stipendi.
  7. considerano la loro funzione come la loro unica o principale professione. La professione dei dipendenti pubblici e soprattutto al servizio della pubblica amministrazione.
  8. hanno l'opportunità di perseguire una carriera, sulla base dell'anzianità e/o delle prestazioni, secondo la valutazione dei loro supervisori.
  9. non dispongono dei mezzi di amministrazione o della posizione o posizione che ricoprono.
  10. sono soggetti a una rigorosa disciplina e controllo. Le aspettative devono essere soddisfatte seguendo una serie di metodi.

Si tratta di una concezione molto inquadrata del servizio pubblico con molte gerarchie e direttive che si riferiscono al termine "gabbia d'acciaio". Queste dieci caratteristiche mirano a garantire sia il corretto coordinamento delle attività amministrative che la prevedibilità del comportamento dei funzionari pubblici. Uno degli obiettivi è quello di migliorare l'efficienza della pubblica amministrazione per raggiungere gli obiettivi, ma al minor costo possibile. Questo design migliora sia l'efficacia che l'efficienza grazie al controllo dei funzionari pubblici. Secondo il principio della certezza del diritto, faremo in modo che le regole siano applicate in modo impersonale per garantire la parità di trattamento.

Fonti e fondamenta del potere burocratico[modifier | modifier le wikicode]

Per Weber, la razionalità della burocrazia risiede sia nel suo formalismo, nella conoscenza o competenza che possiede, sia nella tendenza dei funzionari pubblici a svolgere i loro compiti nell'interesse delle persone che servono. Questo sistema garantisce che i funzionari agiscano effettivamente nell'interesse generale. Il funzionario sarà motivato dal servizio pubblico.

Una volta che la burocrazia si è risolta, è una delle formazioni sociali più difficili da sciogliere a causa di tre fattori fondamentali:

  1. la sua posizione strategica: la burocrazia è inevitabile a causa delle esigenze delle amministrazioni di massa, è quella che garantisce la continuità del lavoro. La questione dell'amministrazione è diventata così complessa da richiedere la continuità di un'amministrazione per gestire le sue attività quotidiane. La burocrazia occupa una posizione strategica, non si può fare a meno di un'amministrazione pubblica nella complessità dello stato contemporaneo.
  2. la sua competenza e professionalizzazione: la burocrazia è dominata da conoscenze specialistiche e conoscenze fattuali che aumentano con gli anni di servizio. I funzionari pubblici acquisiscono una comprensione della complessità che si renderà necessaria per metterli in una posizione di dominio in virtù del potere che detengono.
  3. La sua pratica di segretezza che ruba la sua conoscenza e le sue azioni dalla critica. La pratica della segretezza rende molto difficile criticare la burocrazia e il servizio pubblico. Il potere dei funzionari pubblici sta prendendo piede e sembra difficile da mettere in discussione e contestare.

Weber dimostra che la burocrazia è migliore, più efficace ed efficiente e che sarebbe anche inevitabile. Il design di Weber è stato oggetto di critiche, che sono diventate molto forti nel corso degli anni.

Sintesi di J. Freund: 1968[modifier | modifier le wikicode]

Freund riassumerà il pensiero weberiano in otto punti:

  1. l'esistenza di servizi definiti e quindi di competenze rigorosamente determinate da leggi o regolamenti, in modo che le funzioni siano chiaramente suddivise e distribuite, nonché i poteri decisionali necessari per lo svolgimento dei relativi compiti.
  2. la protezione dei dipendenti pubblici nell'esercizio delle loro funzioni, in virtù di uno statuto quale, ad esempio, l'inamovibilità dei giudici. In generale, si diventa funzionario a vita, cosicché il servizio pubblico diventa una professione principale e non un'occupazione secondaria, insieme ad un'altra professione.
  3. la gerarchia delle funzioni, il che significa che il sistema amministrativo è fortemente strutturato in servizi subordinati e posizioni dirigenziali, con la possibilità di rivolgersi all'autorità superiore; in generale, questa struttura è monocratica e non collegiale e mostra una tendenza ad una maggiore centralizzazione.
  4. L'assunzione si basa su concorsi, esami o diplomi, che richiedono una formazione specializzata. In generale, il funzionario viene nominato (raramente eletto) sulla base di una libera selezione.
  5. la retribuzione regolare del funzionario sotto forma di stipendio fisso e di diritto al pensionamento al momento della cessazione dal servizio presso lo Stato. Il trattamento è adattato in funzione della gerarchia interna dell'amministrazione e dell'importanza delle responsabilità.
  6. l'autorità ha il diritto di controllare il lavoro dei subordinati, eventualmente attraverso l'istituzione di un comitato disciplinare.
  7. la possibilità di promozione dei funzionari sulla base di criteri oggettivi e non a discrezione dell'autorità.
  8. la completa separazione tra la funzione e la persona che la occupa, perché nessun funzionario può essere proprietario del suo ufficio o dei mezzi dell'amministrazione.

Limiti del tipo ideale giuridico-razionale[modifier | modifier le wikicode]

Sono state mosse molte critiche al modello di burocrazia weberiano. Le principali critiche alla concezione weberiana della burocrazia possono essere ridotte a cinque:

  1. il rimprovero dell'etnocentrismo: Weber si basava sulla realtà che aveva, che era la Prussia di Federico II e la democrazia sociale tedesca. Avrebbe estrapolato dal modello tedesco un modello applicabile a tutti gli Stati contemporanei e come se fosse auspicabile farlo.
  2. individualismo metodologico - l'unità di analisi è l'individuo: l'interesse di Weber non è quello di analizzare le strutture sociali, ma di analizzare il comportamento dei dipendenti pubblici e garantire che essi facciano parte di un quadro prevedibile. Ciò che gli interessa è come influenzare il comportamento delle persone. Per Marx, lo Stato è al servizio del capitalismo, ma questo approccio olistico non interessa Weber, che adotta una prospettiva individualistica.
  3. La burocrazia sarebbe il mezzo di amministrazione più efficiente: una molteplicità di studi ha dimostrato le disfunzioni e gli effetti perversi del modello burocratico weberiano.
  4. nessuna considerazione dei fattori informali e personali: ciò che è importante in questo modello è la regola impersonale a cui gli individui si riferiscono. Vengono inoltre accantonati tutti i poteri paralleli o gerarchie che non fanno parte della formalizzazione dell'amministrazione. Nella realtà della pubblica amministrazione, ci possono essere poteri, alleanze che non rientrano nella logica dell'organigramma che Weber non prende in considerazione.
  5. assenza di qualsiasi elaborazione del processo decisionale: per Weber, esistono regole impersonali che devono essere applicate. È necessaria una struttura che garantisca l'applicazione di tali regole da parte dei singoli individui. Weber avrebbe una visione dell'amministrazione che escluderebbe qualsiasi forma di potere che l'amministrazione potrebbe svolgere e che sarebbe anche una visione statica.

Taylor: gestione scientifica[modifier | modifier le wikicode]

La nozione di "gabbia d'acciaio" era molto presente in una riflessione sulla pubblica amministrazione alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo. L'obiettivo era quello di trovare modi efficaci per raggiungere gli obiettivi assegnati alla pubblica amministrazione.

App1 Taylor le management scientifique 1.png

Taylor aveva un approccio da parte di un'azienda privata con una domanda su come aumentare l'efficienza delle aziende private. Per Taylor, se le aziende sono inefficienti è perché i metodi di lavoro sono decisi dai lavoratori. La direzione non avrebbe nulla da dire sul modo di lavorare del lavoratore. L'autonomia concessa al lavoratore, la fiducia riposta nel lavoratore, è, secondo Taylor, la causa dell'inefficienza e dell'inefficienza delle imprese. È perché i lavoratori controllano il processo di produzione che le imprese producono meno di quanto potrebbero. Queste modalità operative devono essere modificate e, al contrario, deve essere imposta una specifica organizzazione del potere. Taylor promuoverà l'idea di organizzazione del lavoro scientifico. I metodi di lavoro non saranno lasciati ai lavoratori, ma agli ingegneri. Lo spirito di controllare l'operaio, di controllare il funzionario pubblico è tanto in Weber quanto in Taylor.

Fayol: i principi dell'amministrazione[modifier | modifier le wikicode]

Henri Fayol sta andando nella stessa direzione di Weber. Fayol è un teorico del management francese. Per essere efficace, efficiente e raggiungere i propri obiettivi, un'organizzazione umana deve rispettare i quattordici principi evidenziati. Il rispetto di questi principi dovrebbe essere una garanzia di efficacia ed efficienza. Possiamo distinguere quattro principi fondamentali che sono la gerarchia e l'ordine, lo stipendio motivazionale, la disciplina da cui derivano quattordici principi:

App1 fayol principes hierarchique 1.png
  1. divisione del lavoro: per produrre meglio con meno sforzo, è necessario specializzare le funzioni.
  2. autorità - responsabilità: le persone ordinano e possono sanzionare.
  3. disciplina: rispetto del comando e di alcune convenzioni
  4. unità di comando: un agente dovrebbe ricevere ordini da un solo leader. Si riferisce all'organizzazione piramidale dell'organizzazione.
  5. unità di gestione: un unico leader e un unico programma per un insieme di operazioni mirate allo stesso obiettivo -> unità di azione.
  6. subordinazione di particolare interesse all'interesse generale: è l'interesse della gerarchia, ad esempio, dirigenti, convenzioni eque, vigilanza.
  7. retribuzione del personale: prezzo del servizio reso per giorno, per incarico, per pezzo, pagamento di bonus, partecipazione agli utili, azioni, bonus simbolici e onorari.
  8. (De)centralizzazione: è un modello estremamente centralizzato, che dà molto spazio al centro e alla gerarchia.
  9. gerarchia: il canale gerarchico imposto dalla necessità di trasmettere informazioni e organizza unità di comando. Quando si trasmettono informazioni, è sempre necessario passare attraverso la catena di comando.
  10. ordine: un posto per tutto e tutto al suo posto, cioè "l'uomo giusto al posto giusto" è una buona organizzazione e un buon reclutamento.
  11. equità: cura e giustizia.
  12. stabilità del personale: tempo di formazione.
  13. iniziativa: proporre ed eseguire.
  14. Sindacato del personale: non dividere il personale, non abusare delle comunicazioni scritte.

Secondo Fayol, se tutti questi principi fossero rispettati, avremmo un "codice amministrativo" che consentirebbe di gestire efficacemente l'amministrazione.

Riferimenti[modifier | modifier le wikicode]